Fact-Finding Hearing

Judge Kitty-Ann van Doorninck1; 2014 Updates by Commissioner Michelle Ressa2

Introduction

The fact-finding hearing is a trial to determine whether (1) the State may intervene over the objections of the family and (2) the child should be declared dependent.3 Solo dopo aver constatato la dipendenza, il giudice può ordinare misure correttive per alleviare i problemi che hanno indotto l’intervento iniziale dello Stato.4

§1 Timing

Come nota procedurale, se un genitore è stato accusato di abuso o negligenza, Child Protective Services (CPS) condurrà un’indagine e inserirà una constatazione di fondata o infondata.. Questa decisione può essere impugnata attraverso un procedimento amministrativo noto come udienza CAPTA5. DSHS può anche presentare una petizione di dipendenza con la corte superiore per abuso o negligenza separata dall’udienza amministrativa. Se ciò si verifica ,” l’udienza amministrativa deve essere sospesa (posticipata) fino a quando la corte superiore non ha inserito un ordine e risultati riguardanti la petizione di dipendenza.”6

L’udienza di accertamento dei fatti si terrà entro e non oltre 75 giorni dal deposito della petizione. Il mandato di 75 giorni dà la precedenza ai processi di dipendenza rispetto ad altri processi civili. Una proroga dovrebbe essere concessa solo se si riscontrano “circostanze eccezionali”.7 La parte che chiede il rinvio ha l’onere di provare con preponderanza l’esistenza di circostanze eccezionali.8 Il mancato svolgimento dell’accertamento dei fatti entro 75 giorni non è una base per il licenziamento della petizione di dipendenza; sanzioni o altri rimedi possono essere appropriati.

È importante notare che i genitori non hanno tempo illimitato per impegnarsi in servizi e correggere le carenze genitoriali che hanno portato al deposito di una petizione di dipendenza. Se il bambino è stato messo fuori casa per 15 del passato 22 mesi il giudice è tenuto a ordinare una petizione di terminazione essere depositata a meno che il giudice fa una buona eccezione causa sul motivo per cui il deposito di una risoluzione dei diritti dei genitori petizione non è appropriato. La” buona causa eccezione ” comprende, ma non è limitato a quanto segue: Il bambino è in cura da un parente; il dipartimento non ha fornito alla famiglia del bambino tali servizi come il tribunale e il dipartimento hanno ritenuto necessario per il ritorno a casa sicuro del bambino; o il dipartimento ha documentato nel piano caso una ragione convincente per determinare che la presentazione di una petizione per terminare i diritti dei genitori non sarebbe nel migliore interesse del bambino.9 Inoltre, il minore ha diritto a una rapida risoluzione del procedimento di dipendenza.10

§2 Parti presenti e avviso

Al momento del deposito della petizione, l’avviso dell’udienza di accertamento dei fatti deve essere inviato alle seguenti parti:

  1. Genitori, compresi i padri putativi;
  2. Il bambino, se il bambino ha 12 anni o più;11
  3. Avvocato per i genitori (di solito i genitori si sono separati avvocati potenziale di conflitto è alta);
  4. Ricevuto assistente sociale;
  5. Avvocato per la DSHS (cioè, di consulenza l’Ufficio del Procuratore Generale (FA));
  6. Legale avvocato per il bambino, e/o di un Tutore ad Litem (GAL)/Corte Nominato Avvocato Speciale (CASA); e
  7. Tribù, se lo stato e/o federale Indiano del Benessere dell’Infanzia, Atti applicare.

Nella maggior parte delle contee, il firmatario ha generalmente la responsabilità di fornire notifica; tuttavia, in alcune contee, l’impiegato del tribunale invierà un avviso. Consultare le regole locali per verificare le pratiche di ogni contea.

§3 Contenuto dell’udienza/processo

Tutte le udienze sono pubbliche e possono essere condotte in qualsiasi momento o luogo entro i limiti del tribunale, a meno che il tribunale ritenga che escludere il pubblico sia nell’interesse superiore del minore.12 Se i procedimenti giudiziari dovrebbero essere chiusi al pubblico richiede alla corte di fare una determinazione individualizzata basata sui cinque fattori articolati in Seattle Times v. Ishikawa, 97 Wn.2d 30, 640 Pag. 2d 716 (1982):

  1. Il fautore della chiusura deve fare qualche proiezione del bisogno, e il bisogno comporta un grave ed imminente rischio;
  2. Qualcuno dei presenti quando la chiusura movimento deve essere data la possibilità di opporsi alla chiusura;
  3. Il metodo proposto per limitare l’accesso aperto devono essere i mezzi meno restrittivi per proteggere la minaccia di interesse;
  4. La corte deve valutare i concorrenti interesse della chiusura difensore e il pubblico; e
  5. L’ordine non deve essere più ampio nella sua applicazione o durata di quanto necessario per servire il suo scopo.

Ogni genitore, o l’avvocato del bambino o la RAGAZZA, può muoversi per chiudere un’udienza in qualsiasi momento.13LO statuto tace sul fatto che DSHS o FA possano chiedere la chiusura.

Si applicano le regole di prova.14 Il richiedente è tenuto a dimostrare le accuse nella petizione per la dipendenza da una preponderanza delle prove.15

In particolare, il richiedente deve stabilire che il minore soddisfa una delle definizioni statutarie di “Figlio a carico” ai sensi della RCW 13.34.030(5). Il figlio è colui che

  1. è in stato di abbandono;16
  2. è abusato o trascurato da una persona legalmente responsabile per la cura del bambino;17 o
  3. ha nessun genitore, tutore o custode in grado di adeguatamente cura per il bambino, in modo tale che il bambino è in circostanze che costituiscono un pericolo di grave danno al bambino psicologica o fisica.18

Se il richiedente non soddisfa il suo onere della prova, la petizione viene respinta e il bambino viene restituito alla custodia del genitore.

§4 Conclusioni di fatto e conclusioni di diritto

Se il firmatario soddisfa il suo onere della prova, il tribunale deve inserire conclusioni scritte di fatto e conclusioni di diritto. Questi risultati costituiscono la base per il piano di casi (servizi, collocamento e visita) e sono quindi estremamente importanti per la revisione del caso.. I risultati sono fondamentali per determinare quali misure devono essere prese prima che un bambino possa tornare a casa in sicurezza. In assenza di un appello, i risultati non possono essere contestati e quindi diventano verità per una cessazione del processo per i diritti dei genitori.

Che i genitori partecipino o meno non solleva il tribunale dal suo dovere di considerare solo le prove supportate dalle regole di prova. Quando un assistente sociale testimonia in assenza del genitore(s), il tribunale ha l’obbligo di far rispettare le regole di prova o il genitore può contestare l’ordine di accertamento dei fatti in un secondo momento e potenzialmente interrompere o ritardare la permanenza per il bambino.19

Il contenuto dei risultati dovrebbe riflettere accuratamente le basi per trovare il bambino a carico ai sensi RCW 13.34.030(5) e le ragioni dell’intervento statale in modo sufficientemente dettagliato da giustificare le scelte per il trattamento e i servizi.

Infine, i risultati dovrebbero sempre includere la data e l’ora della prossima udienza. (Questa udienza sarà molto probabilmente l’udienza di disposizione o la prima udienza di revisione.)

§5 Ordini o accordi concordati

La maggior parte delle petizioni sono risolte per accordo. Qualsiasi accordo tra le parti per l’iscrizione di un ordine di dipendenza è soggetto all’approvazione del tribunale.20 Poiché i risultati di fatto e le conclusioni del diritto sono così critici nella pianificazione dei casi e nel controllo giudiziario, il tribunale deve esaminare attentamente i risultati previsti proposti.

In via preliminare, RCW 13.34.110(3)(b) richiede che il tribunale riesami uno studio sociale (cioè un piano individuale di servizio e sicurezza (ISSP)) prima di inserire un ordine stipulato o concordato. Questo studio sociale non può essere rivisto prima dell’udienza di accertamento dei fatti.

Per approvare un ordine concordato, il tribunale deve determinare se il genitore ha consapevolmente e volontariamente accettato e firmato l’ordine senza costrizione e senza false dichiarazioni o frodi da parte di qualsiasi altra parte.21

La corte può entrare in un colloquio con ciascun genitore, per verificare se essi comprendere i seguenti:

  • I termini dell’ordine;
  • la voce dell’ordine di avviare il processo che potrebbe causare il deposito di una petizione per sospendere i diritti dei genitori;
  • la voce dell’ordine è un’ammissione del fatto che il bambino è dipendente; e
  • Che in qualsiasi procedimento futuro il genitore non avrà il diritto di contestare o contestare il fatto che il bambino è stato trovato dipendente.22

La maggior parte dei tribunali accetta una stipula scritta/rinuncia firmata dal genitore. La rinuncia dovrebbe includere dichiarazioni affermative che il genitore comprende i termini dell’ordine e le conseguenze della loro rinuncia.

L’Ufficio amministrativo dei tribunali (COA) ha sviluppato memorie di forma user-friendly, tra cui una rinuncia. Queste forme possono essere trovate a http://www.courts.wa.gov/forms/. In ogni contea, la FA ha anche sviluppato forme che possono essere utilizzati.

Scarica questo capitolo: Chapter 17 – Fact finding

ENDNOTES

  1. Judge Kitty-Ann van Doorninck è stata nominata alla Pierce County Superior Court nell’ottobre del 1998, ed è attualmente presidente della Pierce County Juvenile Court. Fa parte di numerosi comitati della Corte superiore della contea di Pierce. Tra il settembre 2003 e il dicembre 2007, il giudice van Doorninck è stato giudice della Corte di famiglia, occupandosi di questioni di custodia ad alto conflitto e sottolineando le risoluzioni non bilaterali. Prima della sua nomina alla panchina, era un sostituto procuratore della contea di Pierce che litigava sia per cause penali che civili, oltre a fungere da deputato amministrativo dal 1989 al 1996. Lei è un passato trustee della Superior Court Judges’ Association, passato trustee della Tacoma-Pierce County Bar Association, e membro passato del comitato di raccolta fondi Rifugio delle donne YWCA. Oltre ad altri lavori comunitari, il giudice van Doorninck fa parte del Consiglio di fondazione per la campagna Safe Streets ed è attivamente coinvolto nell’American Leadership Forum. Il giudice van Doorninck ha anche ricoperto il ruolo di presidente del Comitato per la famiglia e il diritto dei minori dell’Associazione dei giudici della Corte superiore e in tale veste ha fatto parte di diversi altri comitati in tutto lo stato.
  2. Michelle Ressa è stata nominata alla Spokane County Superior Court bench nel maggio 2007. Prima di allora, ha trascorso un anno come commissario della Corte Superiore nella contea di Grant. Michelle è nata e cresciuta a Spokane e si è laureata all’Università di Washington nel 1992 con una laurea in Scienze Politiche. Si è laureata con lode nel 1996 presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Gonzaga. Michelle ha trascorso tutta la sua carriera legale lavorando nel campo del benessere dei bambini. Nominata nel 1996 dall’allora Procuratore generale Christine Gregoire, Michelle ha rappresentato il Dipartimento dei Servizi sociali e sanitari (DSHS) nelle azioni di dipendenza, terminazione e licenza nelle contee di Thurston, Lewis e Mason. Michelle ha anche rappresentato DSHS nella contea di King per diversi anni prima di assumere una posizione che rappresenta la sede dell’amministrazione dei bambini in 2002. Michelle ha anche rappresentato DSHS in casi di illecito civile per due anni prima della sua nomina in panchina. Michelle ha condotto numerose ore di formazione per i tribunali, DSHS, l’ufficio del Procuratore generale e la comunità di assistenza all’infanzia. Ha sempre mostrato la sua dedizione e passione per i bambini e le famiglie navigando la loro strada attraverso un complicato, emotivo, e finanziariamente impegnativo sistema legale.
  3. Generalmente il Dipartimento dei Servizi sociali e sanitari (DSHS) è il firmatario di un’azione di dipendenza, ma “qualsiasi persona” può presentare una petizione di dipendenza. RCW 13.34.040(1). L’onere della prova ricade sul richiedente (di nuovo, nella maggior parte dei casi DSHS), ma dove DSHS non è il richiedente, non è necessariamente coinvolto nel caso. Vedi RCW 13.34.110(1) (il firmatario ha un onere); RCW 13.34.110 (2) (a) (se DSHS non è il firmatario ed è richiesto da un ordine del tribunale di supervisionare il collocamento, deve accettare e firmare l’ordine).
  4. I servizi correttivi sono definiti come ” quei servizi definiti nell’adozione federale e nelle famiglie sicure agiscono come servizi di ricongiungimento familiare a tempo limitato. I servizi correttivi includono consulenza individuale, di gruppo e familiare; servizi di trattamento di abuso di sostanze; servizi di salute mentale; assistenza per affrontare la violenza domestica; servizi progettati per fornire assistenza temporanea all’infanzia e servizi terapeutici per le famiglie; e trasporto da o verso uno qualsiasi dei servizi e delle attività di cui sopra.”RCW 13.34.025(2)(a).
  5. CAPTA è l’acronimo di Child Abuse and Prevention Treatment Act (CAPTA).
  6. WAC 388-15-113(1).
  7. WAC 388-15-113(1). Tuttavia, JuCR 3.4 (c) consente la continuazione per ” buona causa.”
  8. WAC 388-15-113(1).
  9. RCW 13.34.145(3) (b) (vi).
  10. RCW 13.34.020.
  11. RCW 13.34.070.
  12. RCW 13.34.115(1).
  13. RCW 13.34.115(2).
  14. RCW 13.34.110 (1); JuCR 3.7 (b).
  15. RCW 13.34.110 (1); JuCR 3.7 (c); In re Schermer, 161 Wn.2d 927, 169 P. 3d 452 (2007); In re Chubb, 46 Wn. App. 530, 731 Pag. 2d 537 (1987).
  16. Un minore è “abbandonato” quando il genitore, tutore o altro custode del minore ha espresso, mediante dichiarazione o condotta, l’intenzione di rinunciare, per un periodo prolungato, ai diritti o alle responsabilità dei genitori nonostante la capacità di esercitare tali diritti e responsabilità. Se il giudice ritiene che il richiedente ha esercitato la dovuta diligenza nel tentativo di individuare il genitore, nessun contatto tra il bambino e il genitore del bambino, tutore, o altro custode per un periodo di tre mesi crea una presunzione confutabile di abbandono, anche se non v ” è alcuna intenzione espressa di abbandonare. RCW 13.34.030(1). Vedere anche WAC 388-15-011.
  17. “”Abuso fisico” indica l’inflizione non accidentale di lesioni fisiche o maltrattamenti fisici su un bambino.”WAC 388-15-009(1). Abuso fisico include, ma non limitato a, le azioni, come ad esempio lanciare, calciare, bruciore, o il taglio di un bambino; colpisce un bambino con un pugno chiuso; scuotendo un bambino di età inferiore a tre; interferire con un bambino di respiro, minaccia, un bambino con un’arma mortale; o fare qualsiasi altro atto che possa causare e che causa il danno maggiore di dolore transitorio o lievi segni temporanei o che è dannoso per la salute del bambino, il benessere e la sicurezza. ID.”Abuso sessuale” significa commettere o permettere di commettere qualsiasi reato sessuale contro un bambino come definito nel codice penale. Il contatto intenzionale, direttamente o attraverso l’abbigliamento, delle parti intime sessuali o di altro tipo di un bambino o permettendo, permettendo, costringendo, incoraggiando, aiutando, o altrimenti causando un bambino a impegnarsi a toccare le parti intime sessuali o di altro tipo di un altro allo scopo di gratificare il desiderio sessuale della persona che tocca il bambino, il bambino o una terza parte. Un genitore o tutore di un bambino, una persona autorizzata dal genitore o tutore a fornire assistenza all’infanzia per il bambino, o una persona che fornisce servizi medicalmente riconosciuti per il bambino, può toccare un bambino nelle parti intime sessuali o di altro tipo allo scopo di fornire igiene, assistenza all’infanzia e cure mediche o diagnosi. CCA 388-15-009(3).

    “”Trattamento negligente o maltrattamento” indica un atto o una mancata azione, o gli effetti cumulativi di un modello di condotta, comportamento o inazione, che evidenzi un grave disprezzo di conseguenze di portata tale da costituire un pericolo chiaro e presente per la salute, il benessere o la sicurezza di un bambino.”RCW 26.44.020(15).

  18. La Corte Suprema di Washington ha stabilito che i bisogni speciali del bambino potrebbero essere considerati nel determinare se il genitore avesse la capacità di prendersi cura adeguatamente del bambino. In re Schermer, 161 Wn.2d 927. Anche in quel caso, dove l’attenzione era in gran parte sui problemi del bambino, una carenza genitoriale doveva essere presente prima che il tribunale potesse trovare il bambino a carico.
  19. In re Benessere di X. T., 174 Wn. App. 733; 300 P. 3d 824 (2013).
  20. Id. al punto 3, lettera b).
  21. RCW 13.34.110(3) (c) (iv).
  22. RCW 13.34.110(3) (c) (i–iii).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts