Una Soluzione per i Deboli di Sole Giovane Paradosso

Oggi, Christoffer Karoff presso l’Università di Birmingham e di un compagno di fare una proposta nuova, basata sulla loro studio kappa Ceti, una stella a circa 30 anni luce di distanza nella costellazione di Cetus, che è molto simile al nostro Sole, come sarebbe stato quattro miliardi di anni fa.

Si scopre che Kappa Ceti è poco più interessante di quanto pensassero gli astronomi. Questa giovane stella, dice Karoff, produce razzi ed espulsioni di massa coronale ad una velocità che è tre ordini di grandezza maggiore del nostro Sole oggi. L’implicazione, ovviamente, è che il nostro Sole deve essere stato altrettanto attivo quando aveva la stessa età di kappa Ceti (circa 700 milioni di anni).

Ma allora? In che modo le espulsioni di massa coronale hanno reso la Terra più calda? La risposta sta in un fenomeno noto come diminuzione di Forbush, dopo l’astronomo Scott Forbush che ha studiato i raggi comsici galattici negli anni ’30 e’ 40.

Forbush scoprì che il numero di raggi cosmici galattici che colpiscono la Terra scende fino al 30% entro un giorno o giù di lì dal Sole producendo un’espulsione di massa coronale. Il motivo è che queste espulsioni sono gigantesche nubi di gas ionizzato avvolte da potenti campi magnetici. Questi campi semplicemente guidare i raggi cosmici lontano dalla Terra.

Quindi se il primo Sole producesse molte più espulsioni di massa coronale, molti meno raggi cosmici sarebbero arrivati sulla Terra.

Ed è qui che entra in gioco un’altra idea. Negli ultimi anni, vari climatologi hanno ipotizzato che i raggi cosmici seminano la formazione di nuvole nell’atmosfera inferiore. L’idea è che ionizzino molecole e particelle di polvere che poi diventano punti focali per le goccioline su cui condensarsi.

Quindi meno raggi cosmici portano a meno nuvole. Ci sono anche alcune prove che la copertura nuvolosa scende durante una diminuzione Forbush, anche se è giusto dire che c’è qualche controversia su questo.

Quindi il pensiero di Karoff va così. Più espulsioni di massa coronale nel passato della Terra portano a meno raggi cosmici che colpiscono la Terra che portano a meno copertura nuvolosa. Meno copertura nuvolosa significava che meno luce solare sarebbe stata riflessa nello spazio che avrebbe permesso alla superficie di riscaldarsi.

E questo è ciò che ha mantenuto l’acqua liquida sulla superficie terrestre quattro miliardi di anni fa.

Capito?

Rif: arxiv.org/abs/1003.6043: In che modo il sole ha influenzato il clima quando la vita si è evoluta sulla Terra? – Un caso di studio sul giovane Solar Twin Kappa Ceti

{{creditRemaining}} free stories remaining
1 free story remaining
Questa è la tua ultima storia gratuita.

Iscriviti ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Related Posts